Seminari e Workshop

Seminari e Workshop

AGM


Il 14 dicembre è fissato l’appuntamento annuale della Assemblea dei Membri del nostro Chapter.

Quest’anno ci sono diverse novità. 
In primis la sede. 
Anche a causa dell’indisponibilità di aule presso Stoa’, abbiamo scelto una sala prestigiosa per tenere l’AGM 2015 - la SALA GEMITO, sita al II piano della Galleria Principe di Napoli, di fronte il Museo Archeologico Nazionale. 

Inoltre prevediamo un AGM, un po’ diverso dal solito. 

Ci saranno certamente le relazioni del Presidente, del Tesoriere e dei Membri del Board sulle iniziative sviluppate nel 2015, e anche l’approvazione del bilancio e le votazioni per le elezioni della cariche in scadenza, ma il nostro Presidente – nella sua veste anche di Coach Professionista – guiderà tutti i soci – divisi in gruppi di lavoro - nell’applicare tecniche comunicative e relazionali volte a sviscerare i problemi e proporre possibili soluzioni. Un approccio siffato puo’ risultare utile nella gestione dei progetti allorquando si richiede che sia lo stesso team di progetto a definire il modo migliore per risolvere una criticità o esplorare nuove soluzioni. 
Dopo una breve presentazione teorica della tecnica utilizzata e dei suoi vantaggi, si lavorerà in gruppi in modo da esercitarsi nell’utilizzo della stessa. 

Oggetto dell’esercitazione sarà: “Definizione organizzazione e modalità di erogazione dei servizi che il PMI-SIC erogherà nel 2016”. 
In questa modo si raggiungerà un duplice scopo: 

  • acquisire dimestichezza con una tecnica riutilizzabile nell’ambito dei vostri progetti 
  • produrre idee, organizzazione, impegno da parte dei soci, relativamente alle attività che vorremmo vedere realizzate nel 2016. 

La partecipazione all’evento darà diritto a 3 Contact Hours/PDU per i soci del PMI-SIC.

Per l'iscrizione all'AGM sarà necessario registrarsi utilizzando il modulo on-line che sarà reso disponibile a breve.

Data: 

Lunedì, 14 Dicembre, 2015

Programma: 

L'agenda dell'AGM sarà la seguente: 

  • Registrazione dei partecipanti 15,15 - 15,30
  • Relazione sulle attività associative del 2015: presidente, tesoriere membri del board  15,30 - 16,30
  • Approvazione modifiche statuto 16,30-16,35
  • Elezioni 16,35- 16,45
  • Break 16.45-17,00
  • Tecniche  per il  problem solving o l'innovative thinking - Giacomo Franco Presidente SIC / Coach Professionista 17,00 - 17,30
  • Esercitazione: "IL caso PMI-SIC" - 17,30- 18,30 con presentazione dei risultati

Località: 

SALA GEMITO, II piano della Galleria Principe di Napoli, di fronte il Museo Archeologico Napoli

PDU: 

SI

Numero PDU Technical: 

3.00

Numero PDU Leadership: 

0.00

Numero PDU Strategic: 

0.00

Mail per informazioni: 

Tipo di evento: 

Workshop

Lo stakeholder come elemento vitale per i progetti. Se ne è parlato il 29 Ottobre 2015 nella bella cornice delle Officine Cantelmo in Lecce durante il seminario organizzato dal Branch Puglia del Southern Italy Chapter in collaborazione con l'Ordine degli Ingegneri di Lecce e l'Università del Salento.

Tags: 

Seminario Lecce

Tra le attività comprese nella gestione dei progetti, la gestione degli stakeholder è una delle fondamentali per garantire il soddisfacimento degli obiettivi di un progetto.

Tags: 

Motivazione e risultato


Tra le principali competenze di un Responsabile di Progetto c'è sicuramente la capacità di motivare il proprio gruppo di lavoro. La gestione ottimale ed il controllo di progetto passano attraverso il lavoro di squadra; un gruppo di persone che spesso non ha mai lavorato insieme e che devono, in tempi brevissimi, iniziare a lavorare insieme in maniera efficace.
Occorre tempo per sviluppare un'identità di gruppo, ed è per questo che il project manager deve essere realmente capace di portare in breve tempo la sua squadra ad un livello di cooperazione che consenta di raggiungere dei modi e nei tempi e nei costi l'obiettivo progettuale. 
La motivazione quindi come perno centrale della costituzione del gruppo di progetto sia nelle piccole imprese e delle grandi imprese.

Data: 

Giovedì, 5 Novembre, 2015

Programma: 

  • ore 15.00-15.15 - Registrazione dei partecipanti
  • ore 15.15-15.30 - Saluti Istituzionali - Dario GROSSI - Direttore del Dipartimento di Psicologia
  • ore 15.30–15.45 - L’importanza delle soft skill nella Gestione dei Progetti - Giacomo FRANCO - PMI-SIC
  • ore 15.45 - 16.00 - Motivazione e risultato - Enrico VICECONTE - STOA ’
  • ore 16.00 - 16.30 - Motivazione e lavoro di gruppo - Alessandro LO PRESTI – SUN
  • ore 16.30 - 17.00 - La motivazione e il clima nelle grandi aziende - Tiziana TORINO - Fenice SpA
  • ore 17.00 - 17.15 - Q&A

Località: 

Università di Napoli - Dipartimento di Psicologia, Aula 3 (Piano Terra)
Viale Ellittico, 31
Caserta

Relatori: 

Nome: 

Dario

Cognome: 

Grossi

CV: 

Direttore del Dipartimento di Psicologia SUN

Nome: 

Giacomo

Cognome: 

Franco

CV: 

Presidente PMI-SIC

Nome: 

Enrico

Cognome: 

Viceconte

CV: 

Responsabile master STOÀ

Nome: 

Alessandro

Cognome: 

Lo Presti

CV: 

Docente SUN, Psicosociologia delle organizzazioni e laboratorio

Nome: 

Tiziana

Cognome: 

Torino

CV: 

HR Specialist FENICE S.p.A. Gruppo EDF

PDU: 

SI

Numero PDU Technical: 

2.00

Numero PDU Leadership: 

0.00

Numero PDU Strategic: 

0.00

Mail per informazioni: 

Tipo di evento: 

Workshop

Project Management: la strada per il successo


Tra le attività comprese nella gestione dei progetti lo stakeholder engagement è uno dei processi fondamentali per garantire il soddisfacimento degli obiettivi di un progetto. Ciò vale tanto per i progetti aziendali che mirano a migliorare le attività interne coinvolgendo l’utente finale, il dipendente, quanto per i progetti realizzati dalle pubbliche amministrazioni che puntano a migliorare i propri servizi al cittadino coinvolgendo il cliente finale, ossia il cittadino.


Lo stakeholder engagement rappresenta l’attività che consente di identificare i soggetti interessati ai risultati del progetto e tutti coloro che possono potenzialmente influenzarne la buona riuscita. La capacità del Project Manager di garantire l’appropriato coinvolgimento degli stakeholder è essenziale nella fase iniziale di pianificazione del progetto quando devono essere individuate i requisiti e le aspettative ed è anche fondamentale nella successiva fase di svolgimento e conclusione del progetto quando queste aspettative devono essere monitorate, gestite e verificate. Ad oggi sono stati sviluppati vari processi e metodi che si pongono alla base della creazione delle Smart Communities attraverso la partecipazione effettiva di esperti, cittadini, clienti: dai focus group alle specifiche dello standard AA1000, dal Project Cycle Management fino ai Living Lab.
Nell’incontro si intende discutere alcune esperienze che hanno visto l’utilizzo di processi e strumenti di stakeholder engagement e la creazione di gruppi di lavoro ampi ed eterogenei, con l’obiettivo di mettere in luce il ruolo che può giocare il Project Manager e il project management nella gestione attenta e opportuna valorizzazione dei contributi delle comunità coinvolte per il buon esito dei progetti.

Data: 

Giovedì, 29 Ottobre, 2015

Programma: 

  • Ore 15:00 Registrazione Partecipanti
  • Ore 15:30 Introduzione al Workshop
    • Saluti del Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecce
    • Il Project Management Institute e le attività del Southern Italy Chapter (intervento di un componente del comitato PMI-SIC Branch Puglia)
    • La formazione sul Project Management all’Università del Salento (intervento di un Docente del Dipartimento Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento)
  • Ore 16:00
    • Il PM come facilitatore e l’importanza della gestione degli stakeholder A. Caforio, PMP®, Southern Italy Chapter del Project Management Institute
    • Project Management e Project Cycle Management: esperienze di PCM F. Congedo, Architetto di Progetti Inclusivi
    • La gestione degli stakeholder nei progetti informatici B. Palamà, Capo Area Coordinamento e Piani della Ripartizione Informatica, Università del Salento
  • Ore 18:00 Conclusione

Località: 

Officine Cantelmo Lecce

Relatori: 

Nome: 

Antonio

Cognome: 

Caforio

CV: 

L’Ing. Antonio Caforio è laureato in Ingegneria Informatica presso l'Università del Salento. E’ esperto in metodologie e strumenti di business process improvement. Dal 2002 collabora con il Centro Cultura Innovativa d'Impresa dell'Università in attività di ricerca in progetti nazionali ed europei nello sviluppo di metodologie e sistemi per il Knowledge Management e il Business Process Management.
Dal 2006 si occupa del coordinamento tecnico di progetti di ricerca industriale per la realizzazione di piattaforme tecnologiche a supporto dei processi di sviluppo prodotto in ambito aerospaziale. Dal 2008 insegna Modellazione e implementazione dei Processi di Business in corsi universitari, Master e percorsi di formazione professionale.
E' Project Management Professional dal 2012 ed è BPM Professional certificato dall'associazione BPTrends.

Nome: 

Fedele

Cognome: 

Congedo

CV: 

L’Arch. Fedele Congedo è esperto in progettazione e attuazione di processi decisionali partecipati e inclusivi e di coinvolgimento della cittadinanza. Esperto nella comunicazione delle politiche pubbliche, nello sviluppo locale e nella formazione in materia di processi partecipati, è ideatore del metodo di rappresentazione istantanea dei discorsi collettivi noto come “Muro Nomade”, utilizzato da gruppi di lavoro informali, pubbliche amministrazioni e FormezPA. 

Come consulente FormezPA, nella Task Force del Progetto Capacity SUD ha accompagnato il percorso partecipato per la definizione del Documento sulla Smart Specialization della Regione Puglia. Ha curato nel 2012 e 2013 i progetti grafici di varie iniziative di comunicazione FormezPA nel Progetto “E.T.I.C.A. pubblica nel Sud”. E’ stato componente del Centro Risorse Laboratori Urbani della Regione Puglia, CRLab, e fra il 2009 e 2010 ha curato, per InnovaPuglia, la progettazione e realizzazione della comunicazione istituzionale itinerante del Piano Regionale “Il Giardino della Partecipazione – Idee in Movimento”. E’ componente del SEiSMIC.

Nome: 

Brizio

Cognome: 

Palamà

CV: 

L’Ing. Brizio Palamà è attualmente Capo Area Coordinamento e Piani della Ripartizione Informatica dell’Università del Salento e coordina la realizzazione di studi di fattibilità e la progettazione di nuovi sistemi gestionali, la sperimentazione di soluzioni tecnologiche per l’innovazione di processo; l’analisi di processi esistenti ai fini del loro miglioramento o della loro riprogettazione; il Project management dei progetti di sviluppo ed innovazione. Precedentemente ha ricoperto differenti ruoli in ambito ICT per varie aziende ed enti di ricerca: Software Analyst per Advantech LIKE (cliente finale Alenia Spa), Software Engineer per l’Università del Salento (3 anni), Application Administrator per Samsung SDS Europe presso la sede di Weybridge – Regni Unito (1 anno), Amministratore di Database per Vodafone Italia (3 anni), Analista software e sviluppatore per varie aziende (Atos Origin, Politecnico di Torino, Jusan Network, etc.).

PDU: 

SI

Numero PDU Technical: 

2.00

Numero PDU Leadership: 

0.00

Numero PDU Strategic: 

0.00

Mail per informazioni: 

Tipo di evento: 

Workshop

Il Change Management nel settore del credito


La longevità delle Aziende è in significativa diminuizione: partendo dalla Lista Fortune500 del 1955, possiamo verificare che dopo appena 50 anni ne erano ancora presenti solo 71, della Lista Fortune500 del 2005, ad oggi –dopo 10 anni- ne sono rimaste il 50%. Già solo questi sintetici dati ci portano immediatamente alla centralità del nostro tema: se non si vuole uscire dal Mercato, è ineludibile Rinnovarsi attraverso un Cambiamento che si materializza SEMPRE in una continua lotta tra Spinte e Resistenze.

Attraverso l’esperienza diretta di una Banca di territorio che ambisce a diventare protagonista primario del Mercato del Credito in tutto il CentroSud Italia e facendoci aiutare anche dalle risultanze del 1° Osservatorio Assochange del 2014 che ha coinvolto oltre 100 aziende, proveremo insieme a delineare dimensioni, leve e strategie del Cambiamento.

Compagni di viaggio e mentori del cammino saranno Michael Hannan, James Quinn, Jeffrey Pfeffer ed Henry Mintzberg.

Data: 

Giovedì, 22 Ottobre, 2015

Programma: 

Interverranno: 

  • Prof. Primiano Di Nauta, Associato di Organizzazione Aziendale
  • Prof. Stefano Dell'Atti, Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari

Località: 

Dipartimento di Economia, Università degli Studi di Foggia, Aula Seminari ex Palazzo Ateneo (primo piano)
Via IV Novembre 1
Foggia

Relatori: 

Nome: 

Matteo

Cognome: 

Masciale

CV: 

Matteo Masciale nasce a Bitonto (BA) nel 1976. Dopo la Laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro", si abilita alla professione forense e consegue il Master in Gestione Integrata d’Impresa presso la Fondazione CUOA di Altavilla Vicentina (VI). Da luglio 2002 ad aprile 2007 ricopre ruoli a crescente responsabilità organizzativa presso la Direzione Risorse Umane di Datalogic S.p.A. (Bologna). Da maggio 2007 ad oggi è specialista di Risorse Umane all’interno della funzione Risorse Umane del Gruppo Veneto Banca, ed oggi HR Manager in Banca Apulia (controllata).

PDU: 

SI

Numero PDU Technical: 

0.00

Numero PDU Leadership: 

0.00

Numero PDU Strategic: 

0.00

Mail per informazioni: 

Tipo di evento: 

Workshop

 

Lo scorso 29 maggio si è tenuto un interessante evento a Cosenza presso l’Università della Calabria, sul tema “Coaching e Project Management. Competenze e Certificazione del Project Manager”, che ha visto la partecipazione di diversi professionisti e di circa una sessantina di studenti del corso tenuto dal Prof. Vincenzo Corvello.

Tags: 

skill4life

Tags: 

PMO a confronto


È troppo facile pensare a quanto il PMO possa essere importante per un gran numero di aziende. Ma ... cosa succede in quelle aziende di media grandezza coinvolte in programmi di globalizzazione? In questo incontro si parlerà, in generale, di PMO e delle tipologie di PMO note in letteratura. La seconda parte del seminario analizzerà, a partire dall'esperienza proveniente da un’azienda ICT di medie dimensioni, coinvolta in un programma di allargamento in tutto il mondo, come - il PMO - può aiutare sia il programma di internazionalizzazione che l’esecuzione di progetti di business. Il seminario è la prima proposizione in Italia dello speech “Can PMO Support Mid-Companies in Globalisation Processes?” proposto dallo speaker al Global Congress 2015 del PMI di Londra.

Data: 

Lunedì, 29 Giugno, 2015

Programma: 

14.45 - Registrazione partecipanti

15.00 - Apertura Lavori – Filippo Se Santis - Presidente Branch Puglia PMI-SIC

15.05 - PMO a Confronto – Dott. Vincenzo Testini.

17.05 - Feedback – A&Q - e Chiusura dei Lavori 

Località: 

Sala Consiglio - Dipartimento di Informatica - Università di Bari
Edoardo Orabona, 4
Bari

Relatori: 

Nome: 

Vincenzo

Cognome: 

Testini

CV: 

Certificato PMP®, ITIL ™ e PRINCE2 ™, è il Responsabile del Project Management Office della BU SAP di Exprivia Spa. Ha più di 15 anni di esperienza nel Project and Program management con un focus sui servizi ICT e sulle soluzioni ERP per clienti medio-grandi. Laureato in Scienze dell’Informazione presso l’Università degli Studi di Bari nel 1998, ha conseguito il Master in Business Administration nel 2011. In seno al Board del PMI-SIC ricopre il ruolo Direttore con delega al Market ed allo Sviluppo Territoriale.

PDU: 

SI

Numero PDU Technical: 

2.00

Numero PDU Leadership: 

0.00

Numero PDU Strategic: 

0.00

Mail per informazioni: 

Tipo di evento: 

Workshop

L’organizzazione a razionalità limitata


3 marzo 2015 - ore 15,30-17,30 Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Via E. Orabona 4, 70125 Bari - Sala Consiglio 7° Piano

Cosa hanno a che fare l'11 settembre e la Baia dei Porci con il management? Come è possibile che, pur in presenza di ampia conoscenza della situazione, si operino scelte palesemente inadeguate?

Da più di 30 anni, la razionalità classica sta attraversando una radicale “revisione”, in particolare alla luce degli sviluppi della psicologia sociale e della neuroscienza. Le scelte individuali, di gruppo e sociali appaiono spesso a “razionalità” limitata. Allo stesso modo le organizzazioni risentono fortemente di dinamiche psicologiche che in taluni casi hanno conseguenze inaspettate se non dannose per l'organizzazione stessa. Capire tali dinamiche aiuta a mitigare il rischio di scelte irrazionali e migliorare il benessere organizzativo.

Il seminario introduce alcune applicazioni della psicologia sociale alle organizzazioni: Modelli sociali e comportamenti irrazionali, Lavoro e motivazione, Dinamiche di gruppo e Decision making.

Data: 

Venerdì, 13 Marzo, 2015

Relatori: 

Nome: 

Raffaele

Cognome: 

Marrese

CV: 

Direttore dei Sistemi Informativi di Arpa Puglia. Laureato in informatica nel 1975 con una tesi in sociologia quantitativa, ha lavorato per 13 anni nel gruppo Olivetti ove ha gestito numerosi progetti esteri. Successivamente ha diretto una società di formazione in Organizzazione ed Informatica e ha poi svolto per 10 anni attività di consulenza manageriale per medie e grandi imprese private italiane. È stato inoltre docente a contratto presso il Politecnico e l’Università di Bari per corsi di informatica e di economia. I campi di interesse vanno dal Project Management alle Scienze Sociali, dal Customer Service all'economia comportamentale

PDU: 

SI

Numero PDU Technical: 

2.00

Mail per informazioni: 

Tipo di evento: 

Workshop